Messaggio
Stampa
COMUNICATO STAMPA
PASSIONE DI CRISTO DI SEZZE: IL VENERDI’ SANTO 800 ATTORI E FIGURANTI SFILANO NEL CENTRO STORICO RIEVOCANDO UN’ANTICHISSIMA TRADIZIONE
Si rinnova l’appuntamento tanto atteso e ricco di suggestione: la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo di Sezze che, come ogni anno, sfilerà la sera del Venerdì Santo per le vie del centro storico della cittadina rinnovando un’antichissima tradizione. Nota a livello nazionale e internazionale come uno degli eventi più belli e suggestivi in grado di regalare le grandi emozioni legate alla Passione di Cristo, la Rappresentazione di Sezze vedrà la partecipazione di circa 800 (ottocento) cittadini in veste di attori e figuranti.
La Passione di Sezze affonda le sue radici nel medioevo, portata poi avanti con grande amore da San Carlo da Sezze nel Seicento, ed ai cui testi si ispirò fortemente l’avv. Filiberto Gigli quando nel 1933 fondò l’Associazione della Passione di Crsito.
Saranno 42 i Quadri del Vecchio e Nuovo Testamento rappresentati, con splendidi costumi e armature che faranno da cornice alla suggestiva processione che inizierà a sfilare  dalle ore 20,30   da Piazza San Pietro, nel centro di Sezze.
L’evento è organizzato dall’Associazione della Passione di Cristo di Sezze in collaborazione con il Comune di Sezze, ed è sostenuto dalla Regione Lazio, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Senato della Repubblica,
La direzione artistica e regia sarà curata da Piero Formicuccia e la realizzazione della Sacra Rappresentazione è resa possibile grazie all’impegno dei membri dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, in primo luogo del presidente Elio Magagnoli, che contribuiscono a conservare un’antica tradizione culturale.
“Siamo orgogliosi di poter rappresentare ogni anno la Passione di Sezze nel centro della nostra cittadina davanti a migliaia di persone – afferma il presidente dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli – Ringrazio tutti coloro che, in qualità di attori e collaboratori, renderanno possibile questo straordinario evento, così come un ringraziamento lo rivolgo al Comune di Sezze, in particolare al sindaco Andrea Campoli, e alla Regione Lazio, sempre vicini alla nostra Rappresentazione. Siamo convinti che anche in tale occasione la Passione di Sezze possa regalare grandi emozioni e suggestione, una manifestazione ricca di storia e tradizione e ormai nota a livello internazionale”.
Il regista e direttore artistico della Sacra Rappresentazione, Piero Formicuccia, sottolinea come “per i suoi contenuti artistici e di partecipazione emotiva da parte degli attori e figuranti, la Passione di Cristo di Sezze si conferma come una delle massime espressioni del genere a livello italiano ed europeo. L’invito per tutti è di venire  a Sezze e assistere dal vivo a questa manifestazione che ogni anno cerchiamo di arricchire nei suoi diversi aspetti interpretativi, restando fedeli ad una tradizione che è patrimonio straordinario della nostra comunità”.
Una grande macchina organizzativa, che lavora da mesi e composta da tante figure, molti giovani, impegnati nelle varie attività protese soprattutto alla cura del grande patrimonio culturale, fatto di costumi, armature e oggetti della Rappresentazione.
Cenni storici e artistici
L’Associazione della Passione di Cristo fu costituita nel 1933 ad opera dell’Avvocato Filiberto Gigli che, colpito dal profondo sentimento religioso del popolo setino, rinnovò un’antica tradizione del 1600 arricchendola di nuovi contenuti artistici. Gigli potè avere come collaboratore nella regia Marcello Covoni del Teatro dell’Opera. Pietro Pocek trattò la parte pittorica, mentre l’elemento architettonico fu assunto dagli accademici Piacentini e Giovannoni coadiuvati dal Prof. Piero Aschieri. L’avvenimento eccezionale, così inquadrato, fu un potente richiamo nel mondo artistico-culturale.
Il commediografo Rosso di San Secondo inchinò la sua pensosa umanità sulla “Passione di Sezze”, con un nobile articolo apparso su “Il Messaggero”  presto tradotto in varie lingue e radiodiffuso negli Stati Uniti d’America, il quale definiva “Sezze il Paese della Passione”.
Ininterrottamente ogni anno, in occasione del Venerdì Santo, la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo sfila lungo le strade cittadine di Sezze. Diverse sono state le manifestazioni straordinarie che hanno dato a questo evento notorietà e riconoscimenti autorevoli: a Roma nel 1950 in occasione del Giubileo, dove la Rappresentazione sfilò in via dei Fori Imperiali; nel Grande Giubileo del 2000 dove fu rappresentata in Via della Conciliazione e Piazza San Pietro grazie all’intervento del Comitato Generale Grande Giubileo anno 2000 e con il contributo dell’Agenzia Romana per la preparazione del Giubileo, (da quest’ultima inclusa nelle manifestazioni dell’anno giubilare); nel marzo 2010 in occasione dell’Anno Santo Giacobeo dove è stata rappresentata a Santiago de Compostela e per il quale la Regione Lazio ha conferito all’Associazione della Passione di Cristo un premio speciale che così recita: “All’Associazione della Passione di Cristo di Sezze per aver rappresentato la cultura e le tradizioni popolari della Regione Lazio partecipando da protagonisti alle celebrazioni dell’anno Giacobeo a Santiago de Compostela”; a Ottobre 2010 a Roma in Piazza San Pietro in occasione della giornata dei “ Cammini della Via Francigena 2010, le vie di Roma nella Regione Lazio” alla presenza dei rappresentanti delle provincie e dei comuni della Regione Lazio. E ancora, uno straordinario evento ad Assisi nell’Aprile 2011 la Sacra Rappresentazione ha sfilato presso la Basilica Papale Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, realizzato per importante volontà del Convento dei Frati Minori di Assisi, ricevendo il patrocinio della Regione Lazio, Regione Umbria, Provincia di Perugia , Provincia di Latina, Comune di Assisi, Comune di Sezze. Altri eventi straordinari sono stati realizzati a San Giovanni Rotondo e a Montecassino (per tale occasione il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito la MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA quale suo premio di rappresentanza allo straordinario evento. Inoltre ha presenziato alla Sacra Rappresentazione di Montecassino a nome del GOVERNO ITALIANO il  Sottosegretario alle Riforme Costituzionali e rapporti con il Parlamento  On.Maria Teresa Amici. Il 25 aprile di quest’anno la Passione di Sezze sarà rappresentata a Lourdes.
Il 16 marzo del 2016 la delegazione della Passione di Cristo di Sezze è stata ricevuta in udienza da Papa Francesco.
L’organizzazione della manifestazione è curata dall’Associazione della Passione di Cristo dal 1933, anno di fondazione del sodalizio. L’Associazione non ha finalità di lucro ed attualmente il Presidente è il Sig. Elio Magagnoli che si avvale dell’opera di un importante  numero di collaboratori ed esperti nel campo artistico.
Oltre a Filiberto Gigli si sono occupati della regia l’insegnante Giuseppe De Angelis  e nel 1979 Orazio Costa.
Dal 1981, ininterrottamente la regia è curata dal Dr. Piero Formicuccia, regista  teatrale che ha sempre inteso realizzare in questa rievocazione del Dramma Sacro quel connubio proprio del popolo setino intriso di spiritualità ed arte, riuscendo a miscelare il contesto storico con l’esigenza di rendere attuale il messaggio cristiano della rievocazione della Passione di Cristo.
Nei diversi anni puntuale ed importante è stata l’attenzione delle reti televisive nazionali e della carta stampata.
Autorevoli nomi dello spettacolo hanno preso parte alla Rappresentazione elevandone ed arricchendone i toni artistici: Franco Concilio, attore e direttore di scena del teatro dell’Opera, gli attori Martufello, Lina Bernardi, Stefano De Sando, Marina Tagliaferri, Nadia Rinaldi, Franco Oppini, Vanessa Gravina, Edoardo Siravo, Angela Melillo, Sara Zanier, Mita Medici, Eleonora Brigliadori, Maria Teresa Ruta, Isabel Russinova, Milena Miconi, Roberto D’Alessandro , Daniela Poggi Gaia De Laurentis, Giuseppe Pambieri, Giovanna Floris e Barbara Chiappini.
Vi è stato inoltre l’intervento  di gruppi di allievi che provengono dalla scuola di arte drammatica “Silvio D’Amico” e “Teatro Menandro”di Roma.
Partecipano annualmente all’evento circa 800 attori figuranti in costume, tutti di Sezze e  vi assistono, lungo il perimetro del centro Storico, circa 40.000 spettatori
L’Associazione della Passione di Cristo  è membro fondatore e componente dell’ organismo europeo denominato “Europassione” di cui fanno parte le più importanti associazioni europee che rievocano il Dramma Sacro.
L’Associazione della Passione di Cristo di Sezze nell’Aprile 2011 ha ottenuto un nuovo importante riconoscimento relativo alla Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo. Si tratta di una  prestigiosa medaglia celebrativa conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che con una lettera indirizzata al Presidente dell’Associazione, Elio Magagnoli, ha comunicato il grande apprezzamento e la ideale vicinanza alla manifestazione che,definisce la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo di Sezze “… evento di grande risonanza e vasta partecipazione popolare, che si inserisce con originalità interpretativa in una tradizione drammaturgica e spirituale largamente sentita e condivisa”.
Lo scorso anno i partecipanti alla Rappresentazione sono stati ricevuti in udienza dal Santo Padre il quale, con una sua specifica missiva da lui firmata personalmente, ha salutato l’evento della Sacra Rappresentazione.
Negli ultimi sei anni la Sacra Rappresentazione è stata trasmessa in diretta televisiva in Mondovisione dando la possibilità in particolare agli abitanti della provincia di Latina e della regione Lazio che risiedono nei vari continenti di assistere allo straordinario evento. Riscontri importanti vi sono stati in termini di spettatori dal Canada, dagli Stati Uniti, dal Brasile e America del Sud in genere e dall’Australia.
Sezze, 12 aprile 2017

newsPiccola COMUNICATO STAMPAPASSIONE DI CRISTO DI SEZZE:
IL VENERDI’ SANTO 800 ATTORI E FIGURANTI SFILANO NEL CENTRO STORICO RIEVOCANDO UN’ANTICHISSIMA TRADIZIONE  


Si rinnova l’appuntamento tanto atteso e ricco di suggestione: la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo di Sezze che, come ogni anno, sfilerà la sera del Venerdì Santo per le vie del centro storico della cittadina rinnovando un’antichissima tradizione. Nota a livello nazionale e internazionale come uno degli eventi più belli e suggestivi in grado di regalare le grandi emozioni legate alla Passione di Cristo, la Rappresentazione di Sezze vedrà la partecipazione di circa 800 (ottocento) cittadini in veste di attori e figuranti.La Passione di Sezze affonda le sue radici nel medioevo, portata poi avanti con grande amore da San Carlo da Sezze nel Seicento, ed ai cui testi si ispirò fortemente l’avv. Filiberto Gigli quando nel 1933 fondò l’Associazione della Passione di Crsito. Saranno 42 i Quadri del Vecchio e Nuovo Testamento rappresentati, con splendidi costumi e armature che faranno da cornice alla suggestiva processione che inizierà a sfilare  dalle ore 20,30   da Piazza San Pietro, nel centro di Sezze. L’evento è organizzato dall’Associazione della Passione di Cristo di Sezze in collaborazione con il Comune di Sezze, ed è sostenuto dalla Regione Lazio, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Senato della Repubblica,   La direzione artistica e regia sarà curata da Piero Formicuccia e la realizzazione della Sacra Rappresentazione è resa possibile grazie all’impegno dei membri dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, in primo luogo del presidente Elio Magagnoli, che contribuiscono a conservare un’antica tradizione culturale.“Siamo orgogliosi di poter rappresentare ogni anno la Passione di Sezze nel centro della nostra cittadina davanti a migliaia di persone – afferma il presidente dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli – Ringrazio tutti coloro che, in qualità di attori e collaboratori, renderanno possibile questo straordinario evento, così come un ringraziamento lo rivolgo al Comune di Sezze, in particolare al sindaco Andrea Campoli, e alla Regione Lazio, sempre vicini alla nostra Rappresentazione. Siamo convinti che anche in tale occasione la Passione di Sezze possa regalare grandi emozioni e suggestione, una manifestazione ricca di storia e tradizione e ormai nota a livello internazionale”. 
Il regista e direttore artistico della Sacra Rappresentazione, Piero Formicuccia, sottolinea come “per i suoi contenuti artistici e di partecipazione emotiva da parte degli attori e figuranti, la Passione di Cristo di Sezze si conferma come una delle massime espressioni del genere a livello italiano ed europeo. L’invito per tutti è di venire  a Sezze e assistere dal vivo a questa manifestazione che ogni anno cerchiamo di arricchire nei suoi diversi aspetti interpretativi, restando fedeli ad una tradizione che è patrimonio straordinario della nostra comunità”. 
Una grande macchina organizzativa, che lavora da mesi e composta da tante figure, molti giovani, impegnati nelle varie attività protese soprattutto alla cura del grande patrimonio culturale, fatto di costumi, armature e oggetti della Rappresentazione.             
Cenni storici e artisticiL’Associazione della Passione di Cristo fu costituita nel 1933 ad opera dell’Avvocato Filiberto Gigli che, colpito dal profondo sentimento religioso del popolo setino, rinnovò un’antica tradizione del 1600 arricchendola di nuovi contenuti artistici. Gigli potè avere come collaboratore nella regia Marcello Covoni del Teatro dell’Opera. Pietro Pocek trattò la parte pittorica, mentre l’elemento architettonico fu assunto dagli accademici Piacentini e Giovannoni coadiuvati dal Prof. Piero Aschieri. L’avvenimento eccezionale, così inquadrato, fu un potente richiamo nel mondo artistico-culturale.
Il commediografo Rosso di San Secondo inchinò la sua pensosa umanità sulla “Passione di Sezze”, con un nobile articolo apparso su “Il Messaggero”  presto tradotto in varie lingue e radiodiffuso negli Stati Uniti d’America, il quale definiva “Sezze il Paese della Passione”.Ininterrottamente ogni anno, in occasione del Venerdì Santo, la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo sfila lungo le strade cittadine di Sezze. Diverse sono state le manifestazioni straordinarie che hanno dato a questo evento notorietà e riconoscimenti autorevoli: a Roma nel 1950 in occasione del Giubileo, dove la Rappresentazione sfilò in via dei Fori Imperiali; nel Grande Giubileo del 2000 dove fu rappresentata in Via della Conciliazione e Piazza San Pietro grazie all’intervento del Comitato Generale Grande Giubileo anno 2000 e con il contributo dell’Agenzia Romana per la preparazione del Giubileo, (da quest’ultima inclusa nelle manifestazioni dell’anno giubilare); nel marzo 2010 in occasione dell’Anno Santo Giacobeo dove è stata rappresentata a Santiago de Compostela e per il quale la Regione Lazio ha conferito all’Associazione della Passione di Cristo un premio speciale che così recita: “All’Associazione della Passione di Cristo di Sezze per aver rappresentato la cultura e le tradizioni popolari della Regione Lazio partecipando da protagonisti alle celebrazioni dell’anno Giacobeo a Santiago de Compostela”; a Ottobre 2010 a Roma in Piazza San Pietro in occasione della giornata dei “ Cammini della Via Francigena 2010, le vie di Roma nella Regione Lazio” alla presenza dei rappresentanti delle provincie e dei comuni della Regione Lazio. E ancora, uno straordinario evento ad Assisi nell’Aprile 2011 la Sacra Rappresentazione ha sfilato presso la Basilica Papale Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, realizzato per importante volontà del Convento dei Frati Minori di Assisi, ricevendo il patrocinio della Regione Lazio, Regione Umbria, Provincia di Perugia , Provincia di Latina, Comune di Assisi, Comune di Sezze. Altri eventi straordinari sono stati realizzati a San Giovanni Rotondo e a Montecassino (per tale occasione il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito la MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA quale suo premio di rappresentanza allo straordinario evento. Inoltre ha presenziato alla Sacra Rappresentazione di Montecassino a nome del GOVERNO ITALIANO il  Sottosegretario alle Riforme Costituzionali e rapporti con il Parlamento  On.Maria Teresa Amici. Il 25 aprile di quest’anno la Passione di Sezze sarà rappresentata a Lourdes. Il 16 marzo del 2016 la delegazione della Passione di Cristo di Sezze è stata ricevuta in udienza da Papa Francesco. L’organizzazione della manifestazione è curata dall’Associazione della Passione di Cristo dal 1933, anno di fondazione del sodalizio. L’Associazione non ha finalità di lucro ed attualmente il Presidente è il Sig. Elio Magagnoli che si avvale dell’opera di un importante  numero di collaboratori ed esperti nel campo artistico. Oltre a Filiberto Gigli si sono occupati della regia l’insegnante Giuseppe De Angelis  e nel 1979 Orazio Costa. Dal 1981, ininterrottamente la regia è curata dal Dr. Piero Formicuccia, regista  teatrale che ha sempre inteso realizzare in questa rievocazione del Dramma Sacro quel connubio proprio del popolo setino intriso di spiritualità ed arte, riuscendo a miscelare il contesto storico con l’esigenza di rendere attuale il messaggio cristiano della rievocazione della Passione di Cristo. Inoltre, come da qualche anno, l'Associazione si è avvalsa, per la Collaborazione alla Regia di Mino Sferra, interprete a livello nazionale e direttore artistico, nonché insegnante della Scuola di Teatro Menandro di Roma.
Nei diversi anni puntuale ed importante è stata l’attenzione delle reti televisive nazionali e della carta stampata. Autorevoli nomi dello spettacolo hanno preso parte alla Rappresentazione elevandone ed arricchendone i toni artistici: Franco Concilio, attore e direttore di scena del teatro dell’Opera, gli attori Martufello, Lina Bernardi, Stefano De Sando, Marina Tagliaferri, Nadia Rinaldi, Franco Oppini, Vanessa Gravina, Edoardo Siravo, Angela Melillo, Sara Zanier, Mita Medici, Eleonora Brigliadori, Maria Teresa Ruta, Isabel Russinova, Milena Miconi, Roberto D’Alessandro , Daniela Poggi Gaia De Laurentis, Giuseppe Pambieri, Giovanna Floris, Barbara Chiappini e Mino Sferra. Vi è stato inoltre l’intervento  di gruppi di allievi che provengono dalla scuola di arte drammatica “Silvio D’Amico” e “Teatro Menandro”di Roma.Partecipano annualmente all’evento circa 800 attori figuranti in costume, tutti di Sezze e  vi assistono, lungo il perimetro del centro Storico, circa 40.000 spettatori L’Associazione della Passione di Cristo  è membro fondatore e componente dell’ organismo europeo denominato “Europassione” di cui fanno parte le più importanti associazioni europee che rievocano il Dramma Sacro.L’Associazione della Passione di Cristo di Sezze nell’Aprile 2011 ha ottenuto un nuovo importante riconoscimento relativo alla Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo. Si tratta di una  prestigiosa medaglia celebrativa conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che con una lettera indirizzata al Presidente dell’Associazione, Elio Magagnoli, ha comunicato il grande apprezzamento e la ideale vicinanza alla manifestazione che,definisce la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo di Sezze “… evento di grande risonanza e vasta partecipazione popolare, che si inserisce con originalità interpretativa in una tradizione drammaturgica e spirituale largamente sentita e condivisa”. Lo scorso anno i partecipanti alla Rappresentazione sono stati ricevuti in udienza dal Santo Padre il quale, con una sua specifica missiva da lui firmata personalmente, ha salutato l’evento della Sacra Rappresentazione.
Negli ultimi sei anni la Sacra Rappresentazione è stata trasmessa in diretta televisiva in Mondovisione dando la possibilità in particolare agli abitanti della provincia di Latina e della regione Lazio che risiedono nei vari continenti di assistere allo straordinario evento. Riscontri importanti vi sono stati in termini di spettatori dal Canada, dagli Stati Uniti, dal Brasile e America del Sud in genere e dall’Australia.
Sezze, 12 aprile 2017